Confedertecnica: crisi professionisti, urge piano straordinario

da Staff comunicazione / 26 novembre 2014 Comunicati
IMG_8218

Post By RelatedRelated Post

“Architetti ma non solo: tutti i professionisti tecnici, geometri, periti e altri attraversano anni di crisi senza precedenti”, dichiara Calogero Lo Castro, presidente di Confedertecnica, il sindacato che rappresenta tutte le libere professioni tecniche che domani aderisce allo sciopero indetto dal comparto edile di tutte le sigle sindacali.

“La continua contrazione delle commesse pubbliche e private sta producendo una drammatica riduzione del lavoro per tutti i professionisti tecnici italiani”, prosegue Lo Castro, che specifica: “In molti casi i redditi dei professionisti si sono dimezzati, impedendo agli studi professionali di crescere e di assumere a loro volta nuovi collaboratori”.

IMG_8218“E’ urgente l’adozione di un piano anticrisi che il governo ha il dovere di affrontare subito, e per il quale chiediamo di essere convocati come parte sociale. Chiediamo di rispettare l’impegno a pagare i debiti della Pubblica Amministrazione con ditte e professionisti, e di riaprire i tanti piccoli e grandi cantieri fermi in tutto il Paese. Grandi opere, manutenzioni ordinarie e straordinarie, recupero dei centri storici, interventi sul dissesto idrogeologico, messa in sicurezza delle aree a rischio e le sbandierate operazioni del ‘Piano carceri’ e del ‘Piano edilizia scolastica’ sono tutti investimenti non più rimandabili – conclude il presidente di Confedertecnica, Lo Castro – sui quali il mondo dei professionisti tecnici chiama il governo Renzi alla prova dei fatti”.